La dieta ai tempi della quarantena

Salve dottore,

in questo periodo di isolamento forzato non è facile regolarsi con il cibo. Cosa è bene mangiare e cosa sarebbe il caso di evitare?

Gentilissima Michela,

in questo periodo, obbligatoriamente, chiusi in casa, per preservare la nostra salute fisica e mentale dobbiamo mantenerci attivi ed alimentarci in modo sano. Parole del direttore generale dell’OMS: “preservare la salute fisica e mentale”.

Non è facile seguire questi consigli restando seduti per lunghi periodi davanti alla televisione o al pc. La noia ci potrebbe far cadere nella tentazione di eccedere nel consumo di cibo ricco di grassi e zuccheri: patatine fritte, snack supercalorici, dolciumi, alimenti ricchi di creme e salse, non solo sono dannosi alla nostra salute, ma che ci regalano chili in più.

Teniamo a portata di mano carote, finocchi, ravanelli, cetrioli da insaporire con pomodoro e origano, salsa di soia, ecc. insomma snack con poche calorie. Preferiamo cipolline, cetriolini e sottaceti in genere, dato che apportano pochissime calorie.

Beviamo un succo di pomodoro. Anche 1 yogurt magro. Concessa una-due porzioni di frutta secca a guscio (10 mandorle o 3 noci o 15 pistacchi). Se non puoi farne a meno, limitati a un solo bicchiere di vino, evitando aperitivi alcoolici e superalcolici. Se la regolamentazione locale lo consente, esci per una passeggiata rispettando la distanza di sicurezza dagli altri.

Fai movimento, ginnastica a corpo libero o usa degli attrezzi se li possiedi (cyclette, tapis roulant, ecc.). Non restare nella stessa posizione seduta per molto tempo davanti al pc. Fai spesso una pausa, magari per telefonare ad un amico, leggere un libro, ascoltare musica e ballare. Sposta l’attenzione dal cibo verso qualcosa di interessante.


Articolo originale pubblicato su La Repubblica.